top of page

DOLORE CERVICALE

ernia-cervicale-patologia-osteopatia.jpg

DOLORE CERVICALE

La cervicalgia, comunemente definita come "male al collo", è una sintomatologia molto diffusa (è stato recentemente registrato che in Italia circa il 60% della popolazione ha sofferto almeno una volta di dolore cervicale).

Questa problematica può derivare da fattori stressogeni nel senso ampio del termine, quali:

  • Posizioni prolungate allo schermo del PC e smartphone assunte durante la giornata;

  • Conseguenze di importanti eventi muscolo – scheletrici come incidenti d’auto, cadute e traumi durante l’attività sportiva o lavorativa;

  • Disfunzioni legate alla vista;

  • Problematiche legate alla sfera della masticazione;

  • Alterazioni della digestione e della deglutizione.

 

Il dolore alla cervicale non riguarda esclusivamente la zona della colonna vertebrale, ma interessa spesso tutta la muscolatura della spalla, coinvolgendo la zona nucale con fenomeni quali cefalea pulsante, mal di testa in zona temporale (tempie) e sintomi parestesici fastidiosi con formicolio alle braccia o alle dita delle mani.

La fisioterapia ha un ruolo fondamentale nella prevenzione e nel trattamento della cervicalgia:

attraverso un protocollo di trattamento e di esercizi personalizzati è possibile individuare le specifiche cause che in un determinato paziente causano la sintomatologia (ogni caso è differente) e, successivamente, lavorare sulle suddette cause per ridurre o eliminare tale fastidio.

Il fisioterapista accompagna il paziente nella risoluzione e nella prevenzione della ricomparsa dei sintomi, grazie ad una serie di esercizi semplici, ma efficaci, che possono essere poi personalizzati in base ai gruppi muscolari e vertebrali interessati.

 

In attesa di prenotare la tua visita presso il nostro studio, se in questo momento soffri di dolore cervicale, puoi iniziare ad alleviare in pochi minuti la tua sintomatologia eseguendo questi semplici esercizi proposti dal Dottor Emanuele Nobili, Fisioterapista del nostro centro.

 

Puoi inoltre approfondire l’argomento consultando l’articolo inerente alle lombalgie nella sezione osteopatia:

https://www.osteopatiasestosangiovanni.com/cervicalgia

ESERCIZI CERVICALGIA

es collo 1.jpg

1_  Sedersi comodamente sul letto o su una sedia, appoggiare una mano col dorso dietro alla schiena, rilassando la spalla verso il pavimento e con l’altra mano afferrare lateralmente il capo e inclinarlo dalla parte opposta, guardando con gli occhi in basso.

Quando si avverte la sensazione di stiramento sul collo (la tensione non deve essere eccessiva, circa di intensità 6 su una scala da 1 a 10), mantenere la tensione con la mano ed inspirare, per poi espirare lentamente, cercando di aumentare la sensazione di stiramento con la mano in appoggio sul capo.

Eseguire 10 atti respiratori da una parte e successivamente 10 dall’altra, per un totale di 3 serie per lato, con circa 1 minuto di riposo tra una serie e l’altra.

es collo 2.jpg

2_  Appoggiarsi con la schiena al muro, ruotare esternamente i palmi delle mani ed inclinare lateralmente il capo, rilassare le spalle e successivamente inspirare mantenendo la tensione sul lato del collo, buttando fuori l’aria tentare di aumentare l’inclinazione del capo e l’allungamento verso il basso della mano.

Eseguire 12 respirazioni per lato, per un totale di 3 serie, con circa 1 minuto di pausa tra una serie e l’altra.

es collo 3.jpg

3_  Sdraiarsi a pancia in su, piegando entrambe le ginocchia con i piedi in appoggio sul pavimento, afferrare con entrambe le mani le caviglie e rilassare le spalle. Successivamente inclinare il capo da un lato e ruotarlo dalla parte opposta (ad esempio: inclino il capo a destra e lo ruoto a sinistra). Si dovrebbe avvertire tensione nella parte anteriore del collo (davanti), arrivati a tale punto eseguire un'inspirazione mantenendo la tensione e all’espirazione aumentare la rotazione del capo per un incremento della tensione nella loggia anteriore della colonna cervicale. Eseguire 10 atti respiratori da una parte e successivamente dall’altra, per un totale di 3 serie, con circa 1 minuto di pausa tra una serie e l’altra.

bottom of page