IL RIMEDIO SEGRETO PER I TUOI DOLORI ARTICOLARI

Scopri come e perchè la doccia fredda migliori notevolmente il tuo stato di salute


Immagina di svegliarti una mattina e sentirti stranamente energico, ti accorgi che hai dormito meglio del solito e non avverti più quel fastidioso mal di schiena o quei dolori articolari diffusi, anche il tuo umore è migliorato.

Questi sono alcuni dei numerosi benefici che potrai avvertire dopo alcuni giorni di pratica con le docce fredde, una buona abitudine in grado di migliorare:



  • la tua circolazione

  • la salute del tuo cuore

  • il tuo metabolismo (sì, hai letto bene, migliora anche il metabolismo)

  • la tua risposta immunitaria alle infezioni (virali, batteriche e fungine)

  • i tuoi livelli di energia

  • la qualità del tuo sonno

  • il tuo umore

Una semplice doccia fredda può davvero portare tutti questi vantaggi? E come è possibile?

La risposta è legata alle reazioni scaturite dal nostro organismo dopo la costante e abitudinaria esposizione al freddo.

Partiamo con una piccola premessa: il nostro corpo possiede circa 125.000 Km di vasi sanguigni, (125 mila chilometri!) posti uno in fila all'altro potrebbero compiere 3 volte il giro completo del globo.

Senza entrare troppo nello specifico sappiamo bene quanto i vasi sanguigni siano indispensabili per la nostra esistenza e che il loro stato di salute incide in modo rilevante sulla qualità della nostra vita.

I vasi sanguigni garantiscono che le miliardi di cellule del nostro corpo ricevano costantemente sostanze nutritive ed ossigeno, oltre ad occuparsi continuamente della rimozione delle sostanze tossiche e di scarto, per trasportarle verso gli organi che si attiveranno per il loro smaltimento.

Se i vasi funzionano meglio, TUTTO IL NOSTRO CORPO funzionerà meglio (muscoli, cervello, articolazioni, intestino...); se i vasi non sono fisicamente e/o funzionalmente efficienti, tutto il nostro corpo ne risentirà.

E tutto questo cosa ha a che fare con la pratica della doccia fredda?

Quando ci esponiamo al freddo, il nostro corpo riduce automaticamente il flusso di sangue verso le parti meno vitali, allo scopo di non fare scendere la temperatura al di sotto dei 35°C.

Quindi braccia e gambe ricevono meno sangue, perché i loro vasi sanguigni si contraggono; ciò garantisce che gli organi vitali (come cuore, fegato, polmoni e reni) ricevano abbastanza sangue per mantenere correttamente le loro funzioni.

Successivamente quando il corpo si riscalda nuovamente i vasi sanguigni si aprono e la circolazione riprende di consueto.


Questo ci insegna che esponendo regolarmente il corpo al freddo possiamo addestrare i nostri vasi sanguigni imponendo loro una costrizione e poi spingendoli a dilatarsi nuovamente.


Incredibile vero?

Allenare i muscoli in palestra o il cervello con quiz, cruciverba e rebus sono diventate pratiche molto diffuse ormai, ma non è altrettanto importante allenare anche i nostri vasi sanguigni dato che sono anch'essi fondamentali per la nostra salute?

Oltre all'aumento dell'efficacia del nostro sistema cardiovascolare (motivo che già di suo ritengo più che sufficiente per praticare abitualmente l'esposizione al freddo) ti spiegherò altri incredibili vantaggi in modo da convincerti del tutto ad iniziare domani stesso a cimentarti nella pratica delle docce fredde.


AUMENTO DEL METABOLISMO

Non è magia o una truffa come molti fantomatici integratori “bruciagrassi”; semplicemente l'esposizione al freddo mobilita una particolare tipologia di grasso presente nel nostro corpo.

All'interno del nostro organismo abbiamo due tipologie di grasso:

  • il grasso bianco

  • il grasso bruno

Il grasso bianco serve principalmente per immagazzinare energia (viene utilizzato solo in condizioni particolari, in alta o bassa composizione percentuale della miscela metabolica in base al tipo di sistema energetico che il nostro corpo sta utilizzando in quel preciso momento; (l'argomento è interessantissimo e molto vasto quindi se continueranno le richieste scriverò prossimamente un articolo riguardante i sistemi metabolici e l'utilizzo dei carboidrati e dei grassi come fonte di energia).

Il grasso bianco funge anche da isolante per il corpo e protegge gli organi.

Il grasso bruno invece ha la principale funzione di riscaldare il nostro organismo, “bruciando” gli acidi grassi e il glucosio, è quindi un tipo di tessuto adiposo che attinge alle nostre riserve corporee per rilasciare direttamente energia generando calore.


Tutto questo ci interessa perchè il tessuto adiposo bruno viene attivato dal freddo (già a 18°C) in quanto gli acidi grassi vengono attivati per mantenere il corpo alla giusta temperatura; inoltre più è bassa la temperatura, più il grasso bruno verrà attivato.

Un'altra scoperta incredibile dimostra che chi è in sovrappeso (con elevata quantità di grasso bianco) e si addestra ad esporsi abitualmente al freddo, insegna al proprio corpo a trasformare il grasso bianco in carburante, convertendolo in grasso bruno.


DRASTICO MIGLIORAMENTO DELLE DIFESE IMMUNITARIE

Nel corpo abbiamo in circolo tra i 5 e i 6 litri di sangue, costituito da:

  • 55% plasma

  • 45% corpuscoli

Il plasma è formato principalmente da: acqua, minerali, carboidrati, grassi, ormoni ed oltre un centinaio di proteine differenti.

I corpuscoli invece sono rappresentati da 3 tipologie differenti:

  • piastrine (trombociti)

  • globuli rossi (eritrociti)

  • globuli bianchi (leucociti)

I globuli bianchi difendono il corpo dalle infezioni dei corpi estranei e da agenti come virus, batteri, funghi e lieviti.

Durante un'infezione il numero di globuli bianchi aumenta, in quanto il nostro organismo sta cercando di produrne di più per combatterla.

“Le ricerche svolte dalla Thrombosis Foundation, mostrano che chi fa una doccia fredda ogni giorno presenta più globuli bianchi”.

I ricercatori spiegano l'aumento di globuli bianchi con l'attivazione del sistema immunitario, che causa una loro maggior produzione, questo si traduce in una migliore risposta immunitaria.

MIGLIORE QUALITA' DEL SONNO

Per migliorare il nostro sonno una delle strategie più efficaci è l'utilizzo combinato delle docce fredde e calde.

La doccia fredda effettuata al mattino ci aiuterà ad “accendere” il nostro sistema nervoso, inoltre asseconderà i picchi di produzione dell'ormone cortisolo e dell'attività del sistema ortosimpatico, fondamentali per riequilibrare il nostro ritmo circadiano.


La sera prima di andare a dormire invece, è più opportuno optare per una doccia calda, seguita da esercizi di allungamento muscolare e di respirazione lenta per attivare maggiormente il sistema parasimpatico, ovvero quello che dovrebbe essere predominante nelle ore notturne per garantire un corretto sonno.


Fondamentale affiancare queste abitudini ad una corretta esposizione alla luce durante le 24 ore: massima nelle prime ore del mattino (uscire di casa, esporre la pelle alla luce del sole, possibilmente evitare di indossare subito gli occhiali da sole) e minima nelle ore serali (attenzione a luci troppo forti, schermo del cellulare, ma anche tv e altri dispositivi elettronici).

Per altri consigli su come migliorare la qualità del sonno ti lascio il link di un articolo in cui tratto l'argomento in modo più specifico:

https://www.osteopatiasestosangiovanni.com/post/dormire-bene-aiuta-il-nostro-corpo-a-proteggerci-dalle-infezioni-virali


DOCCIA FREDDA: COME INIZIARE


Il mio consiglio è quello di inserire la doccia fredda al termine delle nostre usuali docce settimanali.

Inizieremo quindi con la doccia alla nostra temperatura abituale, dopo che ci saremo insaponati e sciacquati sposteremo la maniglia del rubinetto verso l'acqua fredda e continueremo la doccia per almeno un minuto.

Dopo una settimana di pratica si passerà a 2 minuti, la settimana successiva a 3 e così via, fino a raggiungere i 5 minuti. Successivamente si può provare ad eseguire al mattino la doccia direttamente fredda (senza aver precedentemente utilizzato l'acqua calda).

Io utilizzo questa pratica al mattino presto per svegliarmi completamente e caricarmi prima di uscire di casa, alcuni la effettuano dopo l'allenamento ma personalmente la sconsiglio perchè nel mio caso ha aumentato il tempo di recupero muscolare tra una sessione d'allenamento e l'altra, creandomi un senso di stanchezza invece del piacevole senso di energia di quando la eseguo al mattino.


Spero di averti fornito tutte le informazioni necessarie e la giusta motivazione per iniziare anche tu a praticare l'esposizione al freddo, inizia subito e fammi sapere come ti senti subito dopo la tua prima doccia fredda!

Per altri approfondimenti sulla tua salute visita il mio blog e accedi all'elenco completo degli articolo GRATUITI sul benessere del corpo e della mente.

https://www.osteopatiasestosangiovanni.com/blog


Per informazioni o chiarimenti compila l'apposito form con i tuoi dati

https://www.osteopatiasestosangiovanni.com/contatti

Oppure contattami direttamente

scrivendomi una mail a osteopatiacellina@gmail.com

O un messaggio su Whatsapp a 3397819416